Archive for ottobre, 2009

IMCDB

ottobre 30, 2009

CVPROVA3

(C’è anche la versione noiosa in pdf)

Annunci

Nuove strategie di comunicazione

ottobre 28, 2009

Il governatore della California Arnold Schwarzenegger ha posto il veto a una proposta di legge, motivandolo con il comunicato che trovate qua sotto.

ify

Considerato che la proposta di legge era del democratico Tom Ammiano, che un po’ di tempo prima aveva invitato Schwarzy a ‘Kiss my gay ass’, direi che il vero messaggio è nell’ammirevole acrostico.

(Via CattivaMaestra)

Velina e velata, già

ottobre 28, 2009


(via Crossmode)

Buoni genitori

ottobre 28, 2009

famigliarcobaleno-300x267Domani alle 18 Chiara Lalli presenta ‘Buoni genitori‘, il suo libro sulle coppie omogenitoriali, presso la sede nazionale UAAR, in via Ostiense 89 a Roma. Un argomento di cui si parla sempre troppo poco, e spesso per luoghi comuni. Buona lettura!
(La foto del disegno è sempre di Chiara)

Tempi bui

ottobre 28, 2009

L’abbiamo avvisata, o dimagrisci o ti leviamo i figli

The winner

ottobre 28, 2009

the winner2
Purtroppo il bruco è troppo piccolo.

Comunque anch’io domenica Marino

ottobre 24, 2009
Durante l’ennesimo pomeriggio di volantinaggio un sedicenne mi ferma e mi fa ‘ma secondo te devo votare lui?'”.
Ora a domanda così diretta e confidenziale che gli dovevo rispondere?
“Ma certo – parto io – senza dubbio. Poi non è che io sia una mariniana esaltata, ecco. Anzi Marino occhieggia troppo all’Idv, fa troppo il populista, carisma zero”.
“No però gli altri due sono proprio invotabili: uno è l’insconsistenza incarnata, quell’altro sembra un dinosauro. Bè Marino è un po’ il meno peggio, ecco”.
“Diciamo che mi piacciono le sue idee”.

Oggi durante l’ennesimo pomeriggio di volantinaggio, un sedicenne mi ferma e mi fa: ‘Ma secondo te, devo votare lui?’

Ora a una domanda così diretta e confidenziale che dovevo rispondere?

“Ma certo – parto io – senza dubbio! Poi, non è che io sia una mariniana esaltata. Anzi Marino occhieggia troppo all’Idv, fa troppo il populista, carisma zero”.

“No però gli altri due sono proprio invotabili: uno è l’inconsistenza incarnata, quell’altro sembra un dinosauro. Bè Marino è un po’ il meno peggio, ecco”.

“Diciamo che mi piacciono le sue idee”.

Tutto questo per avere la vostra approvazione: lascio perdere l’endorsement e passo ad altro, ok?

Volantinaggio in Piazza Vittorio

ottobre 22, 2009

Ieri sono andata a fare un po’ di volantinaggio pro Marino tra gli immigrati di Piazza Vittorio, il così detto quartiere multietnico di Roma.

La maggior parte delle persone a cui consegnavo il volantino ed esponevo brevemente il programma mi sembrava sorpresa di ricevere tanta attenzione e in un certo senso grata; anche i brutti ceffi che di solito se ne stanno a chiacchierare in gruppetti con la bottiglia in mano e lanciano sguardi interessati alle belle ragazze, con il programma in in mano diventavano timidi e increduli e ti dicevano ‘votare? io? grazie!’.

Pochi erano informati, uno solo – un sudamericano, dall’accento – ha annuito con  convinzione e ha detto che sarebbe andato a votare. Altri non capivano proprio di che parlassi ma restavano ad ascoltare, mentre con i cinesi non c’è stato proprio verso di comunicare visto che la mia conoscenza della loro lingua, l’unica che parlano nella stragrande maggioranza dei casi, è nulla.

Se anche voi volete coinvolgere i vostri concittadini stranieri e convincerli a votare Marino , c’è un volantino apposito che potete scaricare qui, in italiano, inglese e francese. Oppure potete usare questo realizzato da Michele Merola, in sei lingue diverse tra cui – alé! – il cinese. Vi consiglio di ricordare che si vota con il permesso di soggiorno e di segnalare il numero gratuito 8488 88800 che si può chiamare per qualsiasi dubbio e per sapere in che seggio votare.

Update: Mi fa notare Michele nel commento che il volantino non l’ha creato lui, ma il regionale lombardo della mozione.

Yu-huuu!

ottobre 20, 2009

Il Camillo del Foglio si apre ai commenti!

Il computer e la cyclette

ottobre 15, 2009

a pedali
Si ricarica a pedali e permetterà a tanti bambini di usare un computer anche se vivono in zone del mondo disagiate e prive di corrente.

L’idea potrebbe piacere anche a tante mamme occidentali, finalmente contente di vedere i loro pargoli incollati al pc, ma costretti alla famigerata attività fisica. O magari a qualche salutista-ambientalista-perennemente-a-dieta che potrà bruciare una caloria dietro l’altra senza rinunciare a chattare su Facebook. Lo ritroveremo tra gli scaffali in tempo per i regali di Pasqua?

(via Federico Mello)