La porta gli devono aprir

aprile 2, 2009

Il mese di marzo ha segnato il record di suicidi nelle prigioni italiane dal 2002, anno di nascta del dossier “Morire di Carcere”, che si impegna a registrare e a raccontare le storie dei detenuti morti in cella. Dall’inizio del 2009 si sono tolte la vita 19 persone, 10 nell’ultimo mese. Ben tre – un croato e un italiano, entrambi di 37 anni, e Francesco Esposito,  27 anni – si sono uccise nel carcere di Poggioreale a Napoli, una struttura in gravissimo stato di sovraffollamento – ci vivono 2.700 persone anziché le 1.387 previste – che non è in grado di fornire nessun sostegno psicologico e rieducativo ai detenuti. In alcuni casi si tratta di ragazzi, colpevoli di reati minori, come furto o spaccio, e che una vola in carcere si sentono abbandonati e non intravedono nessuna speranza o via di uscita, come è successo a Carmelo Castro, 20 anni, detenuto per avere assalito una tabaccheria a Catania, che si è impiccato dopo una settimana di carcere mentre era in isolamento. O di Leonardo di Modugno, 25 anni, arrestato lo scorso anno per resistenza, violenza e lezioni a pubblico ufficiale, impiccatosi nella sua cella del carcere di Foggia. Qui trovate le loro storie, in attesa di una riforma delle carceri a misura d’essere umano.

Annunci

Una Risposta to “La porta gli devono aprir”


  1. […] La porta gli devono aprir Sapevate che il numero dei suicidi in carcere sale e scende in corrispondenza esatta col salire e lo scendere del numero dei detenuti? […]


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: