Velate distinzioni

febbraio 23, 2009

Mi stavo registrando alla newsletter di Al Arabya, e quando sono arrivata alla casellina in cui inserire il paese di residenza, mi sono accorta che l’elenco degli stati era diviso in due tronconi: prima quello dei paesi mussulmani, poi gli altri. Devo però ammettere che l’ordine alfabetico è rispettato rigorosamente.

Nel frattempo ho scoperto che la Norvegia aveva provato a legalizzare il velo per le poliziotte di fede islamica, ma poi viste le numerose proteste soprattutto della destra del Progresse Party, ha fatto marcia indietro.

L’hijab – il velo che lascia scoperto un rettangolino per gli occhi – è invece un optional previsto dalla scuola di formazione per body guard donne appena aperta in Egitto. La cosa ha suscitato un certo scalpore: c’è infatti chi si chiede perché, con tutta la disoccupaizone che c’è, affidare a delle donne un lavoro tradizionalmente maschile, e ci vede dietro l’ombra della prostituzione velata; altri invece sostengono che siano la soluzione più sicura per garantire protezione alle donne, che ovviamente non possono essere custodite da pericolosi esemplari dell’altro sesso.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: